CAMBIO DI RESIDENZA

il

In caso di cambio di residenza non è necessario rinnovare la patente di guida.
Nel momento in cui il cittadino si reca nel nuovo comune per l’iscrizione anagrafica o per il cambio di abitazione, dovrà compilare il seguente modulo, disponibile presso gli uffici comunali.
Il comune provvede poi ad inviare il modulo compilato al Ministero e quest’ultimo aggiorna i propri archivi.

Ricordiamo che non verrà consegnato alcun tagliando a casa da applicare sulla patente di guida né una nuova patente di guida (nelle nuove patenti infatti non viene indicata la residenza).
Vi verrà invece inviato entro 180 giorni un tagliando con la nuova residenza da applicare sulla carta di circolazione del vostro veicolo.
Il comune vi rilascerà una ricevuta con il cambio di residenza da tenere con voi ed esibire in caso di controlli prima che abbiate ricevuta a casa il tagliando.
I CASI DI APNEE NOTTURNE
I soggetti che soffrono di disturbi del sonno gravi causati da apnee notturne (OSAS) potrebbero avere dei problemi con il rinnovo della patente di guida, in quanto soggetti pericolosi per la sicurezza stradale: si calcola che il 20% degli incidenti stradali in Italia siano causati da colpi di sonno.
La direttiva europea prevede il veto di rilasciare o rinnovare la patente solo ai candidati che soffrono, di una “grave e incoercibile sonnolenza diurna, con accentuata riduzione delle capacità dell’attenzione non adeguatamente controllate con le cure prescritte”.

DIABETE E RINNOVO PATENTE
I soggetti diabetici che intendono effettuare il rinnovo della patente di guida 2019, devono innanzitutto sottoporsi ad una visita specialistica presso un diabetologo per certificazione a uso patente di guida.
Lo specialista redige un certificato in cui stabilisce il grado di rischio alla guida, definito in base al controllo metabolico, alla presenza o meno di episodi ipoglicemici rilevanti e a quella di eventuali complicanze potenzialmente compromissive nei confronti della guida.

Ottenuto il certificato, il candidato si dovrà recare dal medico legale o dalla commissione preposta per il rinnovo della patente che, facendo riferimento al certificato rilasciato dallo specialista, giudicherà l’idoneità o meno al rinnovo della patente.
ll diabetologo quindi non emette alcuna idoneità all’utilizzo della patente di guida: il giudizio finale spetta alla commissione o al medico legale, che fanno comunque riferimento alla certificazione rilasciata dallo specialista.
Gli scenari generalmente sono 3: rinnovo con tempistiche normali in caso di basso grado di rischio alla guida; rinnovo per un numero di anni limitato quando sussiste un rischio intermedio; mancato rinnovo per i casi più gravi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...